Antivirus: meglio gratuito o a pagamento? Le principali differenze

Antivirus: meglio gratuito o a pagamento? Le principali differenze

A cosa serve l’antivirus e come scegliere tra quello gratuito o a pagamento? Ci sono differenze e come orientarsi verso la scelta di quello giusto per noi?

Al giorno d’oggi tutti noi abbiamo un dispositivo in grado di navigare in internet che sia un cellulare smartphone o sia un pc abbiamo bisogno di poterlo proteggere da eventuali attacchi esterni come i virus. Per farlo il miglior modo è quello di dotare il nostro apparecchio di un antivirus pensato appositamente per le nostre esigenze.

Quando uno vuole acquistare un notebook per lavorare, magari consultando qualche guida all’acquisto, come per esempio questa, è importante proteggerlo da eventuali virus.

Ci si può rendere conto delle differenze esistenziali che esistono tra un antivirus e l’altro e fare la scelta migliore per le sue esigenze.

Partiamo subito con specificare un elemento importante, installare sul proprio dispositivo un antivirus non è obbligatorio. Si rende necessario per proteggere il pc o smartphone dall’attacco di vari virus, marwell, truffe e via discorrendo nei quali ci possiamo imbattere navigando in internet.

Un fattore importantissimo da considerare è che un antivirus gratuito e un antivirus a pagamento sono due prodotti similari ma completamente differenti. Entrambi hanno lo scopo principale di proteggere il dispositivo dai virus e se bene eseguono entrambi questa funzione hanno delle caratteristiche differenti, vediamo quali.

Gli antivirus gratuiti

Ne possiamo trovare tanti ma tra i migliori possiamo identificare avast, avg e panda. Tutti hanno delle caratteristiche particolari che variano a seconda del produttore, in ogni caso il loro compito è quello di individuare il virus, bloccarlo ed eliminarlo.

Gli antivirus a pagamento

Sono programmi più completi e che prevedono differenti qualità e differenti utilizzi. Di fatti gli antivirus a pagamento non solo individuano il virus, lo bloccano e lo eliminano ma sono in grado di analizzarlo. Possono avere funzionalità maggiori come :

  • parental control utilissima se abbiamo giovani ragazzi e bambini che utilizzano i dispositivi.
  • protezione anche contro le truffe che online sono sempre dietro l’angolo.
  • Doppio motore di scansione
  • Filtri anti phishing ossia un avviso che informa l’utente in navigazione se si sta visitando un sito rischioso o considerato tale. L’avviso blocca automaticamente il sito è poi l’utente a scegliere se proseguire la navigazione oppure no.
  • Tastiera sicura contro i keylogger. I keylogger sono dei programmi che si insidiano all’interno del pc e sono in grado di leggere e girare le informazioni che digitiamo sulla nostra tastiera del pc. A chi vengono girate le informazioni? Ovviamente a chi ha creato il keylogger e lo ha posizionato su un determinato sito web, molto spesso questi programmi si scaricano automaticamente da soli e una volta cliccati si attivano e cominciano il loro lavoro. È sempre perciò sconsigliato aprire programmi o file non sicuri sul proprio pc.

Come possiamo vedere perciò un antivirus a pagamento è molto più completo e personalizzabile in base alle nostre esigenze. Ovviamente come qualsiasi altro prodotto ha bisogno di essere costantemente aggiornato per essere un ottimo prodotto.

Da considerare c’è anche che nessun prodotto ne gratuito né a pagamento è infallibile, se bene i prodotti a pagamento sono molto più potenti non sono infallibile.

Altro fattore da considerare è che entrambe le tipologie di antivirus occupano uno spazio considerevole che arriva a rallentare il funzionamento del dispositivo fino ad un 30% in meno delle prestazioni iniziali.

Nonostante questi fattori penalizzanti l’antivirus rimane il programma principale ed essenziale da avere sia su dispositivi mobili che su pc per poter proteggere in tutta tranquillità i nostri dati personali, e tutti i nostri file e/o documenti presenti all’interno del nostro database.