Nel Casertano bimbi vittime di abusi sessuali all’oratorio

aprile 7, 2017 News0

Arrestato il ministrante che operava nella chiesa di San Rocco a Pietramelara, nel casertano. Violenze inaccettabili per la comunità locale scossa dalla tragedia.

È stato raggiunto dalle forze dell’ordine il mostro del casertano, Pietro Argenziano, colpevole di aver abusato sessualmente di 3 bambini che frequentavano l’oratorio del quartiere, nel comune di Pietramelara. Purtroppo, come sospettano i carabinieri, è probabile che siano molte di più le vittime. Infatti, nei prossimi giorni prenderanno coraggio altri ragazzi che denunceranno l’uomo che si approfittava dei minori indifesi.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

La tragedia che scuote la comunità

Una storia triste, tragica, violenta, che scuote tutti, soprattutto chi frequentava la parrocchia, chi conosceva il carnefice, le madri e i padri dei ragazzini che gravitavano là intorno e di cui ancora non si sa se siano rimasti coinvolti o meno. Comunque sia tutto è partito grazie alle denunce delle piccole vittime, che pian piano sono riusciti a far capire ai genitori quel che accadeva dietro i muri della chiesa di San Rocco, in provincia di Caserta, dove operava il ministrante.

L’insospettabile e l’arresto 

A quanto pare una persona insospettabile, noto in paese anche per aver svolto il chierichetto, che si nascondeva dietro il suo ruolo per soddisfare le sue perversioni. Ora è ai domiciliari su disposizione del gip Caparco di Santa Maria Capua Vetere, e l’ordine di cattura nei suoi confronti è stato eseguito dai carabinieri di Pietramelara, guidati dal Maresciallo Pasquale Mariano.

Un Paese morto

Ormai sono franate le figure di cui potevamo fidarci, e molti sono i fattori che oggi destabilizzano e mettono in pericolo la nostra sicurezza e quella dei nostri figli. Uno Stato che non è in grado di proteggere i propri cittadini, una giustizia incapace di giudicare velocemente, un Paese di privilegiati e dove non esiste la certezza della pena è un Paese morto.

Leave a Comment