Chioggia: Sindaco M5s non era candidabile né eleggibile

Le Città0

Dopo il caso del regalo ai costruttori di Virginia Raggi un’altro passo falso del Movimento 5 Stelle. Il sindaco di Chioggi non era candidabile né eleggibile. Violato il regolamento del Movimento

Ineleggibile e non candidabile

Il primo cittadino veneto è titolare di “Ultima spiaggia”, che aveva chiesto di poter subentrare nella gestione di una parte di arenile. Nel 2015, il rappresentante di una società confinante presenta ricorso contro l’assegnazione. “E’ evidente che c’è un conflitto. Sono stupito che Ferro si sia candidato a sindaco”, dice l’avvocato Pierpaolo Alegiani. Il diretto interessato, però, nega che ci siano problemi di ineleggibilità e si è detto disposto a incontrare e spiegare la situazione ai consiglieri comunali. Un grosso peccato, dunque, perché il conflitto di interessi è uno di quei temi molto cari al Movimento, sulla base del quale sono state costruite numerose regole dello stesso.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

Conflitto di interessi

Niente indagati né persone in conflitto di interesse, si diceva. I cittadini del comune veneto avevano preso con entusiasmo l’elezione di un sindaco 5 stelle: finalmente qualcuno li avrebbe rappresentati davvero. Alessandro Ferro – sindaco di Chioggia – ha un contenzioso aperto con il Comune, per una questione di appalti e gestione a favore della società “Ultima spiaggia”, di cui Ferro è uno dei titolari. Un’altra volta la politica, anche quella – apparentemente – virtuosa, cade rovinosamente su appalti e conflitto di interesse.

Caso isolato?

Un pasticcio. Ma a questo primo problema se ne aggiunge un altro, purtroppo. Ferro non era né candidabile, né eleggibile, in base a quanto previsto dal Testo Unico degli enti locali – e, aggiungiamo noi, dal regolamento del Movimento 5 stelle – per l’esistenza di un contenzioso con il Comune. Noi continuiamo a sperare siano solo dei casi isolati, ma, come si dice di solito, “errare è umano, perseverare…”

Leave a Comment