Come evitare di spezzare le frese per il legno

Come evitare di spezzare le frese per il legno

Quante volte ti sarà capitato di spezzare le frese per il legno? Di certo, più di una volta nella vita! Invero, è un fatto abbastanza comune, che capita anche ai più esperti, ma ciò che è fondamentale capire è perché sia successo, così da comprendere come evitare di spezzare le frese per il legno per sempre (su fraisertools.com tutti i consigli).

Esistono molti motivi che possono essere causa della rottura della fresa. Vediamoli assieme!

I principali motivi della rottura della fresa

Quali sono i principali motivi della rottura delle frese per il legno? È una domanda che chi lavora nel settore, sia esso hobbista o professionista, si pone spesso, perché a volte sembra che tutto sia stato fatto a dovere, ma l’utensile si è rotto di nuovo senza un apparente motivo.

In realtà, un motivo c’è sempre, solo che sta a noi riuscire a capire dove abbiamo sbagliato, magari è stata una casualità dovuta a un errore blando, altre volte può darsi che sia proprio colpa della mancata manutenzione.

In linea generale, possiamo dire che le frese per il legno si spezzano perché:

  • la velocità di rotazione è eccessiva
  • la velocità di avanzamento è eccessiva
  • la scelta del tagliente non è adeguata
  • la scelta del metodo di foratura non è adeguata
  • il legno è troppo duro
  • la fresa è troppo usurata
  • la fresa è economica e dunque fatta di materiali scadenti
  • il materiale della fresa non è adeguato al tipo di legno
  • la manutenzione della fresa è scarsa o inesistente
  • la manutenzione della fresatrice è scarsa o inesistente
  • la pinza della fresatrice è sporca e/o usurata

Se tutti questi motivi ti sembrano abbastanza ovvi e magari taluni anche scontati, di certo avrai qualche perplessità circa la pinza della fresatrice che, se sporca o usurata, può provocare la rottura della fresa: forse non ci avevi mai pensato, ma la pinza deve essere praticamente perfetta, altrimenti la fresa non aderisce e tende a “ballare”.

Come fare manutenzione alla pinza della fresatrice

Dunque, facciamo un po’ di chiarezza circa la manutenzione necessaria alla pinza della fresatrice. È importante ricordare che la pinza è una componente fondamentale di ogni macchinario e pertanto va tenuta sempre pulita, controllandone periodicamente lo stato d’usura.

Se la pinza non risulta pulita o è usurata, la fresa non avrà una sede solida nella quale inserirsi e le micro polveri potrebbero andare anche a “consumare” l’utensile. Dunque, il consiglio è quello di pulire periodicamente la pinza della fresatrice, specie se usata per lavorazioni molto lunghe, usando una soluzione specificamente studiata.

Inoltre, è bene ricordare che nel caso in cui la fresa si spezzi, è preferibile sostituire completamente la pinza: molto spesso, infatti, non si riescono a eliminare del tutto le micro polveri residue e il rischio è quello che vadano a inficiare non solo la stabilità della fresa adoperata successivamente, ma anche di corromperne la bontà.

Come fare manutenzione alle proprie frese per il legno

Oltre che alla pinza della fresatrice, è fondamentale fare manutenzione anche al kit di frese per il legno: infatti, ancora una volta la manutenzione si rivela necessaria per avere il massimo dalle proprie frese in termini di resa e di vita.

Questi utensili vanno puliti e protetti con detergenti specifici e studiati ad hoc, che non siano aggressivi e che non contengano elementi corrosivi, capaci di ripristinare lo strato protettivo della fresa e di colmare piccoli solchi e graffi.

Alcune aziende offrono ai propri clienti un detergente speciale per la pulizia sull’acquisto di ogni fresa, ma in altri casi sarà tua cura cercare quello più adatto alle tue esigenze, di certo ti sconsigliamo caldamente di usare prodotti come acqua, alcol o benzina, consuetudine molto diffusa, ma assolutamente errata!