Consigli per salire in vespa prima della primavera

Consigli per salire in vespa prima della primavera

La bella stagione è ormai alle porte, finalmente le giornate iniziano ad allungarsi e il clima ad intiepidirsi. La primavera è la stagione migliore per risalire in sella alla propria Vespa e godere a pieno delle piene giornate per delle gite fuori porta, delle giornate di relax o anche per iniziare a progettare le vacanze. Ecco, dunque, tutti i consigli per potersi preparare al meglio.

  1. I controlli da effettuare

Naturalmente, prima di rimettere in strada un veicolo, qualunque esso sia, è necessario effettuare un controllo generale ed approfondito del mezzo, soprattutto se non utilizzato da qualche tempo. Questo vi assicurerà un buon funzionamento del motore, di evitare rotture o problemi nel breve termine, nonché anche un guadagno in termini di sicurezza personale. A questo proposito, anche dal Codice della Strada viene richiesta la revisione del veicolo in modo da accertare se questo sia effettivamente idoneo alla circolazione. La prima revisione va fatta dopo 4 anni dall’acquisto e successivamente ogni due anni. Questa permetterà di controllare l’impianto frenante, lo stato del motore e della carrozzeria, l’impianto elettrico, le ruote nonché anche i livelli di emissioni e rumorosità. Una volta che viene dato il via libera a seguito del controllo, la vostra Vespa è libera di circolare su strada. Data la cadenza biennale della revisione, però, all’occorrenza e soprattutto se si vuole ricominciare ad usare il mezzo dopo un periodo di pausa, sarà auspicabile effettuare analoghi controlli prima del riutilizzo. Tali verifiche possono essere effettuati in autonomia oppure rivolgendosi ad un meccanico esperto.

  1. Manutenzioni e ricambi

Se dal controllo che si effettua dovessero risultare dei problemi al motore, potrebbe essere necessario cambiare dei pezzi. Importante è effettuare, poi, un accurato controllo delle luci e della carrozzeria della Vespa in modo da tornare in strada in tutta sicurezza. Nel caso di una sostituzione, potrebbe essere molto utile rivolgersi ad un meccanico esperto, soprattutto se si tratta di un mezzo d’epoca. Nel caso abbiate dei dubbi, molti Vespa Club mettono a disposizione dei membri associati una lista di esperti ai quali rivolgersi, oppure potrete fare affidamento al passaparola. Anche la rete offre molti spunti e suggerimenti. Nel caso, invece, siate degli esperti e vogliate mettervi alla prova nella sistemazione della vostra Vespa, avrete la necessità di procurarvi il pezzo di ricambio. Per fare questo, potete rivolgervi a rivenditori di vostra conoscenza ma nel caso invece ne siate sprovvisti, internet offre delle buone soluzioni. Naturalmente, nel caso decidiate di rivolgervi all’acquisto online, si consiglia di prestare la massima attenzione nel ricercare un rivenditore che fornisca pezzi originali e sistemi di pagamento sicuri. Un ottimo sito a cui rivolgersi è www.zangheratti.it, specializzato nella vendita di pezzi di ricambio e accessori per Vespe d’epoca. Qui potrete trovare davvero di tutto, dai pezzi per risistemare lo stato meccanico del mezzo ai pezzi per il sistema elettrico, agli accessori per riparare la vostra vespa nel migliore dei modi.

  1. Controllo dei documenti

Oltre al controllo dello stato del motore e della carrozzeria, altro passaggio fondamentale è il controllo della documentazione necessaria per la circolazione della Vespa. Per prima cosa sarà necessario controllare di avere lo stato del bollo e dell’assicurazione del mezzo in regola con i pagamenti per l’anno in corso. Altro documento fondamentale è il libretto di circolazione, che è necessario tenere sempre sul mezzo nel caso di un controllo da parte delle forze dell’ordine. Il libretto è indispensabile, e nel caso non ne siate più in possesso o sia deteriorato e inutilizzabile, sarà necessario procedere con una denuncia di smarrimento il che da vita ad una procedura burocratica molto lunga e complessa per provvedere ad una nuova targa e un nuovo documento di circolazione. Questo denota quindi l’importanza di tale documento. Nel caso poi di un mezzo d’epoca, sarà necessario controllare in via precauzionale di avere anche la documentazione che ne attesta l’iscrizione al Registro Storico o al Registro Automotoclub Storico Italiano e tutta la relativa documentazione per l’attestazione di veicolo di interesse storico.

I controlli potrebbero richiedere qualche tempo, soprattutto se di ordine burocratico nel caso dovessero essere riscontrate delle mancanze nelle documentazioni o dovesse emergere la necessità di fare qualche riparazione o sostituzione. Il consiglio è quindi quello di prendervi per tempo in modo tale da arrivare preparati al momento opportuno per godervi a pieno la primavera e tutti i vostri viaggi in Vespa in perfetta tranquillità e sicurezza per voi e per gli altri.