Iscrizione all’AIRE : analisi dei vantaggi e degli svantaggi

Iscrizione all’AIRE : analisi dei vantaggi e degli svantaggi

L’iscrizione all’Aire, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, può vedere vantaggi e svantaggi che si possono esaminare prima di prendere la propria decisione definitiva in merito all’adesione a tale Istituto.

Essa, in particolare, prevede quelle che sono delle condizioni specifiche per l’adesione, ma può anche conferire dei vantaggi particolari a chi decida di iscriversi.

Vediamo quindi, i vantaggi e gli svantaggi dell’iscrizione all’Aire.

I vantaggi dell’iscrizione all’Aire

L’iscrizione all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero può determinare alcuni vantaggi, che possono portare anche chi non conoscesse questo istituto, a propendere per un’adesione immediata.

Tra i vantaggi si possono sicuramente indicare i seguenti:

  • La possibilità di continuare ad esercitare il proprio diritto di voto per le consultazioni che si terranno nel nostro Paese;
  • La possibilità di ottenere particolari certificati che identificheranno la propria situazione, come il certificato di cittadinanza, quello del proprio stato, la carta di identità, tutti senza dover seguire quelle che, altrimenti, sarebbero delle procedure molto più lunghe;
  • L’opportunità di rinnovare il proprio passaporto recandosi alla sede consolare presente nel Paese estero;
  • La possibilità di fare direttamente la dichiarazione dei redditi senza dover fare riferimento all’Italia.

Quindi, il fatto di poter essere assistiti, e riconosciuti, come italiani all’estero può già portare chi abbia cambiato residenza a fare questa scelta.

Gli svantaggi dell’iscrizione all’Aire

Oltre ai vantaggi già visti, si possono anche evidenziare alcuni svantaggi legati all’iscrizione all’Aire. Essi riguardano soprattutto il rapporto con alcune attività che si potevano svolgere nel nostro Paese, e comprendono sicuramente i punti seguenti:

  • Iscrivendosi all’Aire si perderà il diritto all’assistenza sanitaria da parte del medico di famiglia in Italia. Invece, sarà ancora possibile essere trattati durante le emergenze;
  • Sarà necessario rispettare alcuni obblighi in merito alla propria auto che sia stata immatricolata in Italia: in particolare, dopo sei mesi di residenza posta all’estero sarà fondamentale immatricolare nuovamente l’auto all’estero, e rinnovare anche l’assicurazione con polizze del Paese di residenza;
  • Nel caso in cui scada la patente sarà necessario rinnovarla nel proprio attuale Paese di residenza.

Perché iscriversi all’Aire?

 A questo punto, dopo aver valutato vantaggi e svantaggi, potreste chiedervi perché sia necessario iscriversi all’Aire. In generale, non si prevedono sanzioni per chi non preveda di iscriversi e per chi non lo faccia anche per lungo tempo.

Tuttavia, potreste risultare irreperibili all’interno del vostro vecchio indirizzo: questo porterà il Comune di precedente residenza a cancellarvi dall’anagrafe, andando, quindi, a perdere tutta una serie di diritti, senza averne acquistati, però, di nuovi.