Rosy Bindi lascia la politica: “23 anni sono abbastanza”

27 anni da parlamentare, ma adesso vuole dedicarsi agli studi e ai viaggi. Del resto, può permettersi di non lavorare e godersi la vita

Rosy Bindi ha deciso di lasciare la politica. Ha 66 anni, e gli ultimi 27 li ha passato in Parlamento. Questa è il suo ultimo giro, e ha deciso che non si ricandiderà. “Fare politica non è un mestiere, ed è impossibile servirla senza quel fuoco che arde. Finita questa legislatura lascerò il campo”.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

La fine della legislatura

Nel 2018, quando finirà la legislatura, metterà la parola fine al proprio impegno in politica. “La vita è più e meglio di ciò che facciamo, per quanto onorevole e gratificante. Voglio tornare al mio vecchio amore per la teologia“. Insieme all’ozio degli studi, l’onorevole Bindi si dedicherà ai viaggi. Del resto, se lo può permettere comodamente.

Il vitalizio

Rosy Bindi, attuale presidente della commissione parlamentare Antimafia, si porterà a casa 6.469 euro lordi per le cinque legislature remunerate con il vecchio sistema retributivo, più 1200 euro relativi all’ultima tornata, per un totale di 7.500 euro.

Leave a Comment