Anna Maria Bernini

  Data Di Nascita:  19650817
   Luogo Di Nascita:  Bologna
   Nome Di Battesimo:  Anna Maria
   Lavoro:  Senatrice FI
  Membro Di:  Forza Italia
  Nazionalita':  italiana

Anna Maria Bernini

Anna Maria Bernini Bovicelli (Bologna, 17 agosto 1965) è una politica e avvocatessa italiana. Esponente de Il Popolo della Libertà e Forza Italia, è stata Ministro per le Politiche Europee del Governo Berlusconi IV. Figlia dell’ex parlamentare Giorgio Bernini, che fu ministro nel primo governo Berlusconi, è avvocatessa civilista e amministrativista nonché professoressa associato di Diritto pubblico comparato nell’Università degli Studi di Bologna.

“Una vera donna combattente”. Parola di Silvio Berlusconi. L’ex presidente del Consiglio presentava così, nel 2010, la sua candidata alla Regione Emilia Romagna. Folta frangia castana, occhioni da cerbiatto, perenne mise da cavallerizza con stivali infilati nei pantaloni, fervente cattolica, ex finiana, è diventata popolare con le sue comparsate da Floris e Santoro.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

La politica

La deputata è approdata in Parlamento nel 2008 con An; quando è ancora un’avvocatessa di successo nella sua Bologna, legale di Luciano Pavarotti e poi della vedova Nicoletta Mantovani, con un papà, Giorgio, già ministro del Commercio con l’estero nel primo governo Berlusconi, e un marito ginecologo dei Vip amico di Casini. Il trampolino verso la politica è la fondazione finiana Farefuturo, con cui comincia a collaborare: quando, insieme al fedelissimo di Fini Enzo Raisi, contribuisce a portare 600 ospiti a mille euro a testa in una cena di autofinanziamento, nel cuore della rossa Bologna, il leader di An non può fare a meno di notarla. “La Bernini è entrata in Parlamento grazie a me e Gianfranco”, sottolinea con amarezza il futurista Raisi. “Il presidente della Camera è il mio padre politico”, cinguettava lei.

 Il profilo

Appassionata di animali, fervente cattolica, per sua definizione “praticante professionale di fioretti: privazione di dolci, astinenza da shopping, ascensione alla basilica di San Luca a Bologna”, viene nominata portavoce vicario del Pdl, poi è Berlusconi a volerla come candidata presidente dell’Emilia-Romagna alle Regionali. Quando i rapporti tra i cofondatori del partito cominciano a incrinarsi, Fini chiama a raccolta i suoi, che firmano un documento a suo favore. Lei, invece, sottoscrive il documento dei 75 di Alemanno, Gasparri e La Russa, gli ex An che stanno con Berlusconi.

 Le ultime vicende

 Il 16 novembre 2013, con la sospensione delle attività del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia di cui è vicecapogruppo. Alla nomina di Paolo Romani capogruppo Forza Italia lei diventa vicepresidente vicaria. Il 24 marzo 2014 diventa componente del Comitato di Presidenza di Forza Italia.

Articoli Popolari