Boschi Maria Elena

Boschi Maria Elena

Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italianaSottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri nel Governo Gentiloni dal 12 dicembre 2016.

Figlia di Pierluigi Boschi e di Stefania Agresti. Si è laureata in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Firenze, ha inoltre conseguito un master in diritto societario. Ha lavorato come avvocato civilista specializzata in diritto societario e dell’impresa, diritto delle società quotate e diritto bancario, è stata membro della Commissione Esaminatrice di diritto civile della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali di Firenze. È stata membro del Consiglio d’Amministrazione di Publiacqua dal 2009 al 4 giugno 2013.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

Attività politica

Esordisce in politica nel 2008 nelle primarie del centrosinistra per il Sindaco di Firenze, partecipa e organizza numerose edizioni della Leopolda, aderendo da subito alla corrente dei “rottamatori” guidata dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi . Alle elezioni politiche italiane del 2013 è stata eletta alla Camera dei deputati nella Circoscrizione Toscana.

Ministro con il Governo Renzi

Il 9 dicembre 2013, in seguito alla vittoria di Renzi  alle elezioni primarie del Partito Democratico del 2013, entra a far parte della Segreteria Nazionale del Partito Democratico con il ruolo di Responsabile alle Riforme Istituzionali.

Il 21 febbraio 2014, a seguito alla caduta del Governo Letta, è nominata Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento nel Governo Renzi.

Dal 22 febbraio 2014 è Ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento con delega all’attuazione del programma del Governo Renzi e il 10 maggio 2016 le vengono conferite le deleghe in materia di pari opportunità e quelle in materia di adozioni internazionali.

Il referendum costituzionale

Come responsabile alle riforme, nei primi sei mesi di governo ha intavolato assieme al presidente Matteo Renzi una serie di incontri tra le varie forze politiche. Questi incontri hanno prodotto una proposta di modifica costituzionale contenente la riforma del Senato e il superamento del bicameralismo perfetto. L’11 gennaio 2016 è stato approvato alla Camera il cosiddetto ddl Boschi e in via definitiva tre mesi dopo. La riforma è stata respinta col 60% di voti contrari al successivo referendum costituzionale del 4 dicembre 2016.

Articoli Popolari