Fassina Stefano

Fassina Stefano

Nato a Roma il 17 aprile 1966, Stefano Fassina è un economista e politico italiano.

Biografia e primi passi in politica

Dal 1990 al 1992 è segretario nazionale degli studenti universitari di Sinistra giovanile.

Vuoi Continuare a Leggere NOTIZIE VERE?

In un'Italia in cui le notizie sono sempre più false e pilotate, noi vogliamo parlare in modo imparziale e onesto.

FAREMO USCIRE FUORI TUTTE LE VERITA'

Laureato in discipline economiche e sociali alla Università Luigi Bocconi di Milano, con l’avvento di Prodi e de l’Ulivo al governo nel 1996 è consigliere economico del Ministero delle Finanze, passando nel 1999 al dipartimento Affari economici della presidenza del Consiglio.

Già consulente della Banca di sviluppo inter-americana, dal 2000 al 2005 è economista al Fondo monetario internazionale.

Il 24 novembre 2009 è scelto come responsabile nazionaleEconomia e Lavoro del Partito Democratico nella segreteria nazionale del neo segretario Pier Luigi Bersani.

 

Deputato (XVII legislatura)

Nel dicembre 2012 si candida, a Roma, alle primarie del Partito Democratico indette per eleggere i candidati del partito al Parlamento italiano in vista delle elezioni politiche italiane del 2013; Fassina ottiene il primo posto a Roma città con 11.762 preferenze.

L’8 gennaio 2013 la direzione nazionale del PD lo candida alla Camera dei deputati nella posizione numero tre della lista PD nella circoscrizione Lazio 1.

Alle elezioni del 24 e 25 febbraio 2013 Fassina viene eletto deputato della Repubblica Italiana.

Il 2 maggio 2013 è nominato viceministro dell’economia e delle finanze nel governo Letta, unitamente a Luigi Casero e ai sottosegretari Pier Paolo Baretta e Alberto Giorgetti.

Il 4 gennaio 2014 presenta dimissioni irrevocabili lasciando l’incarico di viceministro dell’economia.

 

L’abbandono del PD

Il 23 giugno 2015 Fassina, durante un incontro del circolo PD di Capannelle, annuncia la sua uscita dal Partito Democratico; il giorno successivo annuncia l’abbandono anche del gruppo parlamentare democratico assieme alla deputata Monica Gregori.

Il 3 novembre 2015 aderisce al nuovo gruppo parlamentare Sinistra Italiana – Sinistra Ecologia Libertà.

 

Consigliere comunale a Roma

Nel novembre 2015 si candida a sindaco di Roma per le elezioni del 2016. La sua candidatura è appoggiata oltre che daSinistra Italiana anche da Rifondazione Comunista, L’Altra Europa con Tsipras, PcdI e da vari gruppi locali della capitale, che danno vita alla lista unitaria “Sinistra X Roma”. Al momento della presentazione ufficiale della candidatura, l’8 maggio 2016, le autorità competenti non ammettono la lista alle elezioni per alcune carenze burocratiche; il 16 maggio successivo il Consiglio di Stato accoglie il ricorso di Fassina e consente la regolare partecipazione della lista alle elezioni comunali. Il 5 giugno 2016, in seguito alla riammissione della sua lista alla corsa elettorale, viene eletto consigliere comunale di Roma.

 

Articoli Popolari